HomeARCHIVIOJazz House Reloaded - Jazz Summer - Sibusiso Mashiloane "Mash"

Jazz House Reloaded – Jazz Summer – Sibusiso Mashiloane “Mash”

Jazz House Reloaded – Jazz Summer – Sibusiso Mashiloane “Mash”
Canale Jazz House – Tra Musica & Diritto
Edizione Estiva – Domenica 20 Agosto ore 8:30

Sibusiso “Mash” Mashiloane, conosciuto come Mash ha conquistato velocemente i cuori e le menti del grande pubblico soprattutto grazie alle sue composizioni orecchiabili e scritte di suo pugno che mirano sempre a confondere la linea di demarcazione tra il jazz e altri generi.
Mash e il suo gruppo hanno suonato non solo nelle principali tappe del circuito di KwaZulu Natal, ma anche in molti festival jazz, tra i più importanti a dire il vero e le loro esibizioni dal vivo li hanno portati negli Stati Uniti nel giro di poco.
Come pianista è apparso in molti gruppi esibendosi in tutto il mondo per poi dedicarsi anche a progetti personali. Dopo aver ottenuto il suo Master in Performance Jazz e la laurea con merito presso l’Università di KwaZulu Natal, il suo obiettivo è ora quello di diventare parte integrante della scena jazz sudafricana e internazionale. Mash prevede di pubblicare un album composto da sette tracce ogni anno per i prossimi sette anni, a partire dall’appena trascorso 2016.
Mash ha anche costruito una carriera in Sud Africa come direttore musicale. I suoi concerti sono ispirati dal funk, hip hop, gospel e dalla musica tradizionale dal Sud Africa, attirando gli appassionati di musica di tutti i generi, nonché gli appassionati del jazz . Allo stesso tempo, ha esplorato in modo approfondito il repertorio di compositori come Bheki Mseleku, Kenny Kirkland, Joey Calderazzo, McCoy Tyner, John Coltrane, Wynton Kelly e Bud Powell.
“Un favoloso giro su una combinazione scintillante di energia e suono …… La gioia di ascoltare un musicista appassionato, innovativo e sicuro di sé è difficile da battere. Si tratta di una forma di trasporto in un altro luogo in cui esiste solo la musica e ogni nota conta “Gisele Turner -. Going Places (su Sibusiso Mashiloane)
“Stile, prestazione e composizione del sig Mashiloane riflettono un interesse per la fusione delle varie forme di musica tradizionale e contemporanea del Sud Africa con suoni jazz, e, più recentemente, neo-soul. Egli è particolarmente affabile ed è un musicista di prim’ordine oltre che molto richiesto come direttore musicale e ha molti progetti di collaborazione musicale di successo al suo attivo.
La sua carriera in sintesi
• Borsa di studio SAMRO Overseas Concorso Finalista – ha ricevuto due premi di merito
• Programma UKZN scambio culturale con la ricchezza Università comune (USA)
• Ha conseguito master in esibizioni jazz (si è laureato con lode) • Prestazioni al Jazz Essence Festival (USA), l’orbita (JHB) Presidente (DBN), Rainbow Restaurant (DBN), Rowan University Theatre (USA), Smalls (USA), Richmond Virginia (USA), MTN Jazz Festival e Ugu Jazz Festival.
• Esibizioni con: Thandiswa Mazwai, Siphokazi, Mbuso Khoza, Anthonio Lione, Lucas Senyatso, Musa Manzini, Tlale Makhene, Ronny Jordan e Zakes Bantwini.

Mash ha sviluppato un interesse per il suono del pianoforte nel 1997, quando aveva tredici anni. Ha iniziato a suonare in chiesa con l’aiuto di un pianista di alto livello, che gli ha insegnato i fondamentali.
Nel 2001 ha incontrato un musicista professionista, che era uno studente presso l’Natal Technikon. L’ascolto dellle sue esibizioni con armonie sofisticate che non aveva mai sentito prima, lo ha così colpito oltre alla sua capacità di eseguire i numeri jazz popolari, uguali alle registrazioni originali che Mash ha fatto un’audizione al Natal Technikon ed è stato accettato per studiare musica.
Al termine del suo terzo anno di studi, l’Istituto di Tecnologia di Durban (ex Natal Technikon) si è fusa con l’Università di KwaZulu-Natal (UKZN) e questo ha aperto nuove opportunità per Mash. Gli ha permesso di fare domanda per un programma di scambio in America ed è stato accettato dalla Rowan University nel New Jersey.
Qui ha cominciato a modellare il suo stile sui cambi di ritmo di Charlie Parker.
Ci sono stati momenti durante le sue esibizioni in cui si sentiva ostacolato dalla sua tecnica, non avendo una base ‘classica’, gap colmato in Sud Africa nel 2007 iscrivendosi ad un corso di pianoforte classico. Questo lo ha aiutato molto. In primo luogo a sciogliere la tensione accumulata suonando e anche a migliorare la sua tecnica.

Per maggiori info:
Facebook
Twitter: @sibu_mash
You Tube: My Lyllah: https://youtu.be/ybh1MBVSNkI
Giant Steps: https://youtu.be/qgPA9G4d55k
Me and My Baby: https://youtu.be/qgPA9G4d55k

A cura di Emanuela Chiriacò.
Con Angelo Marzo.
Regia Emanuele Martini.

Listen to my podcast

Ti consigliamo

Più ascoltati

Ti può interessare

X